» » » News 071/19 Adempimenti Formazione Continua – Scadenza 30.06.2019

News 071/19 Adempimenti Formazione Continua – Scadenza 30.06.2019

pubblicato in: Newsletter 2019 | 0

ADEMPIMENTI FORMAZIONE CONTINUA: SCADENZA 30.06.2019

Caro collega,

stante i contenuti della circolare Formazione Continua inviata da Consiglio Nazionale il 14 giugno 2019, sulla nuova direttiva sanzioni, nonché l’approssimarsi del termine di scadenza per la verifica dell’ottenimento dei crediti formativi nelle quantità previste dal Regolamento Nazionale, si comunica quanto segue.

La Commissione Formativa Continua ha eseguito una verifica, aggiornata alla data attuale, dei crediti formativi che ogni iscritto ha conseguito nel quinquennio 2014-2018, da detta verifica è emerso che un numero consistente di iscritti non ha raggiunto il numero minimo dei crediti formativi richiesti.

Pertanto al fine di evitare ogni possibile provvedimento disciplinare si suggerisce di provvedere all’eventuale integrazione, mediante la compilazione, su albo unico, dello specifico modello di autocertificazione “Apprendimento informale” di cui all’Art. 2 comma 2 lettera r) del Regolamento Nazionale, per la quale si riporta di seguito lo specifico estratto, entro il termine del 30 giugno 2019.
Detta autocertificazione permetterà di poter conseguire un numero massimo di 75 crediti (CFP) attribuibili nel citato quinquennio.

Apprendimento informale: apprendimento, che, anche a prescindere da una scelta intenzionale, si realizza in ogni organismo che persegue scopi educativi e formativi (CNPI, OT ed enti formatori autorizzati), nell’esercizio della professione di perito industriale nelle situazioni, nonché nell’interazioni del lavoro quotidiano. È considerato apprendimento informale anche l’apprendimento acquisito in qualsiasi forma che il professionista espleta volontariamente ed autonomamente per svolgere l’attività professionale in forma innovativa ed in linea con l’aggiornamento tecnologico e normativo. Tale tipo di formazione è dimostrabile anche con gli esiti della propria produzione professionale. È altresì considerata attività formativa anche quella svolta nell’ambito del volontariato, del servizio civile nazionale e del privato sociale.”

La Commissione Formazione Continua